18 Giugno 2021

Bici & Sport: la bici e l’attrezzatura più adatta alle nostre esigenze

di: Girovagando in Trentino

Con l’arrivo dell’estate e delle belle giornate, si sa, torna ad assalirci anche la voglia di pedalare. Oggi ci troviamo a Volano presso l’attività Bici & Sport di Claudio Valenari, che ci aiuterà a scegliere la bici e l’attrezzatura più adatta alle nostre esigenze. I ragazzi di Bici & Sport ci hanno illustrato tre modelli, molto differenti tra loro per componenti e funzioni, che ben rappresentano il ventaglio di scelte che è possibile compiere quando si parla di bike.

Non contenti, abbiamo voluto saperne di più anche sul mondo della mountain bike, questa volta accompagnati da Andrea Righettini, che di questa disciplina è stato campione italiano Under 23. Infine ci siamo soffermati sull’abbigliamento e sull’attrezzatura ideali per pedalate sicure e di qualità.

I tre prodotti che ci sono stati mostrati rientrano nel novero dei marchi più prestigiosi disponibili in negozio. Partiamo con la bicicletta da salita più apprezzata e amata dai clienti, la Giant TCR, nella sua versione pro. La bici da salita è tipicamente molto leggera, con telaio e ruote molto prestazionali, per consentire  al ciclista di scaricare tutta la sua potenza sulle ruote.

Passiamo poi alla bici aereodinamica, in particolare alla Trek Madone. Questo tipo di bici presenta un telaio molto schiacciato e i profili delle ruote (ovvero la sezione dei pneumatici) molto alti. Infatti, le velocità tipicamente mantenute in sella alle bici aereo oscillano tra i 50 e i 60 Km/h: il mezzo deve pertanto garantire un’elevata performance.

Abbiamo infine la cosiddetta bici gravel, adatta a pedalare su strade bianche. La gravel rappresenta una via di mezzo tra la bici da strada, della quale possiede il telaio, il manubrio e il diametro delle ruote, e la mountain bike, della quale ha il disegno tassellato tipico dei copertoni e alcune caratteristiche della componentistica. A rappresentare questa categoria abbiamo la Cervélo Aspero, costruita proprio per affrontare strade bianche e sentieri.

Notiamo subito che il profilo delle ruote è molto più grosso rispetto alle altre due. La posizione in sella è particolarmente confortevole, proprio per riuscire ad assorbire le ripercussioni del terreno sulla bicicletta. Questa bici dispone inoltre di monocorona per garantire la massima leggerezza.

Quando parliamo del mondo delle mountain bike, invece, occorre fare subito una grande distinzione: quella tra bici elettrica e bici muscolare. Mentre quest’ultima è l’opzione più adatta per chi cerca la performance e la leggerezza tipiche della disciplina, la bici elettrica è perfetta per chi è meno allenato, ma desideri comunque godersi l’esperienza della mountain bike.

Nella bici muscolare si guarda principalmente alla componentistica: telaio in carbonio, 12 rapporti, ruote e forcelle leggere. Le bici elettriche vengono alimentate principalmente da tre tipi di motore: Shimano, Bosh e Yamaha. Le tipologie si differenziano in base alla capacità delle batterie. Partiamo dai 400 W/h fino ai 900 W/h, che consentono di affrontare dislivelli fino ai 3000 m.

Possiamo osservare da vicino la Santa Cruz Heckler CC, un’ottima bici elettrica con telaio in carbonio. Ma nella famiglia delle bici elettriche rientrano anche mountain bike monomortizzate con un’unica forcella anteriore e meno escursione, oltre che bici elettriche da strada per chi intende percorrere solo tratti d’asfalto.

Abbigliamento e attrezzatura

Può sembrare scontato, ma è sempre bene ribadirlo: quando si esce in bici è fondamentale per la sicurezza avere un buon casco in testa. Quelli moderni possono contare sull’integrazione di tecnologie avanzate che mantengono la testa al sicuro anche in caso di impatto con terreno o autoveicoli. Tra queste, la tecnologia MIPS è la più utilizzata. Un esempio di protezione d’alto livello è l’Aether MIPS della Giro con tecnologia a doppia calotta: una esterna per attutire l’urto, una interna per proteggere la testa del ciclista.

Quando si parla di performance l’abbigliamento gioca sempre un ruolo fondamentale. I tessuti più adatti al ciclismo sono tutti realizzati con filati di carbonio. Lo scopo dei tessuti in carbonio è quello di asportare il sudore dal corpo del ciclista e mantenere la temperatura corporea più bassa possibile. Persino i colori normalmente utilizzati, molto chiari, vengono selezionati apposta per questo motivo.

Altro accessorio fondamentale è rappresentato dalle scarpe, che assolvono alla fondamentale funzione di trasferire la potenza del ciclista alla bicicletta. Un ottimo assetto in questo senso è quello costituito dalla suola in carbonio con fori di areazione (importanti per non far acquisire temperature elevate al piede). È importante inoltre prestare attenzione al guantino, sempre preferibile con gel, così che possa assorbire le vibrazioni del volante della bici. Ultimo accessorio indispensabile è l’occhiale, per impedire spiacevoli disturbi agli occhi, oltre che per filtrare le immagini elaborate in corsa dal cervello.

Prima dell’uscita in bici non dovremmo mai dimenticare il necessario in caso di foratura. Sulle bici da corsa si utilizzano delle capsule per inserire la camera d’aria di scorta, dei leva-gomme per togliere il pneumatico dal cerchio ed infine una pompetta con capsule di CO2 per riempire la camera d’aria. Sulle mountain bike è possibile sfruttare i tradizionali borselli, abbastanza capienti per trasportare tutto il materiale con facilità.

Anche i fari, spesso trascurati, sono un elemento imprescindibile per la sicurezza in bici. La società Garmin ha messo a punto un’apparecchiatura, il radar Varia, che consente di rilevare la posizione dell’autoveicolo che segue il ciclista. In questo modo la luce posteriore cambia d’intensità in base alla distanza dell’automobilista, facendosi molto più intensa e lampeggiante a mano a mano che le distanze si accorciano.

Consigliato per te:
AUTORE DEL POST:

Girovagando in Trentino

Promuoviamo il turismo dell’esperienza, l’amore per il territorio con la sua cultura, la natura ed il patrimonio dell’eno-gastronomia del TRENTINO.

Speciali a tema:

Scopri gli approfondimenti di Girovagando!

In esclusiva tutte le escursioni

Dove andiamo domani?

Scoprile tutte!

Idee e consigli per la stagione

Arriva l'autunno

Scopri di più