In bici al Lago di Cei, pedalare tutto l’anno nei dintorni di Rovereto

Attività:

Bike

  • Difficoltá
    Medio
  • Durata:
    3 ore
  • Lunghezza
    50 km
  • Dislivello
    800 m
  • Altitudine Massima
    920m slm

Chi ha detto che l’inverno non si può andare in bici?

La stagione invernale, in Trentino. è spesso associata alle discipline sciistiche (dal fondo, all’alpinismo passando per lo sci nordico), tuttavia ci sono alcune località che ben si prestano ad essere sfruttate tutto l’anno per le nostre gite in bicicletta.

Per gli appassionati che non vogliono rinunciare ad uscire sulle due ruote neanche quando arriva la stagione fredda abbiamo pensato a questo semplice ma soddisfacente itinerario che si sviluppa dalla città di Trento fino al Lago di Cei, sopra all’abitato di Villa Lagarina.

 

Un itinerario adatto a tutti i tipi di bici!

Il percorso si sviluppa interamente su strada asfaltata ed è quindi percorribile con qualsiasi tipo di bicicletta e in tutte le stagioni, molto importante ovviamente considerare le condizioni dell’asfalto in caso di neve, ghiaccio o pioggia, poichè in alcune zone del percorso il sole è quasi del tutto assente.

Profilo altimetrico

Nella nostra variante, siamo partiti dalla città di Trento, ma come detto nel video, è possibile effettuare la salita al Lago di Cei da qualsiasi versante si arrivi, compreso partire direttamente dal centro di Villa Lagarina.

Per noi il percorso inizia a salire a partire proprio dall’abitato di Villa Lagarina, per sviluppare complessivamente un dislivello positivo di circa 750/800mt.
La prima parte della salita, diciamo da Nogaredo fino a Castellano, può risultare per i meno allenati sicuramente ostica, poichè presenta alcuni punti con pendenze importanti.

Da ricordare il primo pezzo della salita, fino a Nogaredo, protagonista di una tappa a cronometro del Giro d’ Italia del 2018.

Una volta superato il paese di Castellano le pendenze si fanno certamente più morbide ed è possibile arrivare comodamente fino al Lago di Cei.

Allenamento

Si tratta di un percorso che può essere effettuato anche da ciclisti senza un particolare allenamento, anche se per goderlo a pieno è necessaria una minima preparazione fisica in sella.

Per quanto riguarda invece i ciclisti su e-bike nessun problema, non è richiesta nessuna skill particolare, sviluppandosi interamente su percorsi asfaltati.

Varianti del percorso

Una volta raggiunta l’altitudine massima si giunge ad un bivio che indica il Passo Bordala, segnalato sulla sinistra oppure proseguendo diritti si arriva al Lago di Cei.

La variante del Passo Bordala per chi dovesse avere ancora gamba è molto bella perchè consente di allungare il giro portandoci in un primo momento in vetta al Passo Bordala e poi successivamente ci permette di scollinare sull’altro versante per giungere a Ronzo Chienis nella suggestiva Val di Gresta.

Da qui è possibile proseguire ulteriormente il giro per dirigersi verso la “busa” e scendere sul Lago di Garda o in alternativa rientrare in direzione Trento passando da Loppio.

Un’altra variante è quella di invertire il percorso per il Lago di Cei partendo dal paese di Aldeno, un percorso tuttavia meno panoramico, meno soleggiato e molto più ripido, che sconsigliamo quindi per i meno allenati e soprattutto per la stagione invernale.

Attrezzatura

Si raccomanda di avere l’attrezzatura idonea al percorso, alle condizioni meteo e alla stagione: casco, giacca antivento e/o antipioggia, mappa e/o dispositivo GPS, occhiali, torcia da casco e/o da manubrio (un imprevisto può allungare i tempi di percorrenza), crema solare, scarpe per MTB, kit di primo soccorso, kit di riparazione bici, abbigliamento specifico, fischietto o campanello di segnalazione, catarifrangenti ruote bici, guanti, zaino con cibo e bevande.

Alcuni consigli utili

Per la percorrenza di questo itinerario nelle stagioni più fredde fate attenzione anche alla scelta dei pneumatici (no gomme troppo lisce o sottili poco adatte all’asfalto umido) e ricordate sempre di indossare o dotarsi di un antivento per la discesa.

La salita al Lago di Cei è un itinerario che si sviluppa su una strada trafficata, non particolarmente frequentata ma comunque aperta anche alle automobili, per questo motivo fate sempre attenzione e rispettate il codice della strada, soprattutto nella fase di discesa verso Aldeno dove le pendenze invitano a lasciar correre la bicicletta.

Consigliato per te:

Speciali a tema:

Scopri gli approfondimenti di Girovagando!

In esclusiva tutte le escursioni

Dove andiamo domani?

Scoprile tutte!

Idee e consigli per la stagione

Arriva l'autunno

Scopri di più