Girovagando in Trentino

Giro d’Italia 2019, al via domani le tappe trentine

28 Maggio 2019

Più di 3500 km totali per una media sulle 21 tappe di oltre 170 chilometri, questa la distanza da coprire nel minor tempo possibile per aggiudicarsi il trofeo senza fine e giungere trionfanti nella città di Verona.

Al via 22 squadre composte da otto corridori l’una per un totale di 176 ciclisti di cui 18 con licenza World Tour e quattro invitate con Wild card dall’organizzazione con licenza Professional Continental.

La carovana del Giro d’Italia partirà quindi domani alle prime luci dell’alba dall’abitato di Commezzadura per affrontare uno dei classici “tapponi dolomitici” con un gran premio della montagna di 4ª categoria e due di 3ª categoria tra i quali l’arrivo ad Anterselva (BZ), 5,5 km al 6,9% medio e punte al 12%.

Una tappa significativa che tocca due location note al pubblico internazionale per lo sport a livello mondiale, si parte infatti dalla patria delle ruote grasse che anche nel 2020 ospiterà la Coppa del mondo di montain bike e si arriva all’interno dello Stadio di Anterselva-Antholz, dove nel 2020 avranno sede invece i mondiali di Biathlon.

Ma la presenza trentina nel grande ciclismo nostrano non si ferma qui perché il 31 maggio si replica con l’atteso arrivo di tappa a San Martino di Castrozza, altra prova tra le più impegnative con un gran premio della montagna di quarta categoria, uno di terza e l’arrivo in salita di San Martino di Castrozza classificato seconda categoria, 13,6 km al 5,6% medio e punte al 10%.

Sul fronte della classifica generale al primo posto Richard Carapaz della Movistar che guida la classifica con 1 minuto e 54” di distacco su Vincenzo Nibali, già trionfatore nel 2013 e 2016. Proprio l’atleta nazionale di punta può cogliere l’opportunità delle ultime 4 tappe per insediare l’ecuadoriano in una sfida che si preannuncia aperta e all’ultimo scatto ma soprattutto con protagoniste le montagne di casa.

 

Credits: foto archivio Giro d’Italia

Autore : Alessio Migazzi