Girovagando in Trentino

Il fenomeno, i fenomeni: presentata al MUSE la seconda edizione del Festival dello Sport

30 Gennaio 2019

Dopo il successo della prima edizione, con oltre 50 mila persone in città, tanti campioni, 115 eventi e 500 giornalisti, tornerà a Trento, dal 10 al 13 ottobre 2019 il Festival dello Sport presentato oggi al Muse di Trento. Il tema della seconda edizione sarà: “Il fenomeno, i fenomeni”, un titolo che lascia intuire che anche per quest’anno ci sarà grande presenza di atleti e personaggi dello sport.

E’ toccato a Gianni Valenti, vicedirettore vicario de La Gazzetta dello Sport ed a Maurizio Rossini, Ceo di Trentino Marketing l’onore di svelare il titolo della seconda edizion. Durante la conferenza è stata sottolineata l’importanza del connubio fra “La Gazzetta” e il Trentino nelle sue diverse componenti. Connubio che ha dato i suoi frutti, come hanno sottolineato anche il direttore del quotidiano più letto in Italia, Andrea Monti ed il sindaco di Trento Alessandro Andreatta.

“Trento e il Trentino – ha evidenziato Maurizio Rossini – non sono solamente il luogo che accoglie il Festival, ma ne fanno parte, creando un’atmosfera magica. Sarà difficile fare meglio della prima edizione visto che il 97% degli eventi ha registrato il tutto esaurito. Dovremo lavorare maggiormente sulla qualità, per soddisfare al meglio le esigenze di chi intende trascorrere alcuni giorni in città, continuando a percorrere i due binari del Festival, ovvero il faccia a faccia con i grandi campioni e lo sport praticato nelle piazze”.

Il tema di questa seconda edizione lascia poco spazio alle interpretazioni: emozioni, personaggi, grandi storie di rilevanza internazionale. Il fenomeno, i fenomeni, “due sostantivi – ha spiegato Gianni Valenti – che fanno sognare perché vengono assegnati solitamente a personaggi straordinari del mondo dello sport, uomini e donne fuori dal comune. Non si tratta solo di campioni, questi sono fuoriclasse che nel proprio Dna possiedono qualcosa in più. Quel pizzico di genio e a volte di follia che li rende iconici, avvolti da un fascino particolare. Quasi irraggiungibili nella loro grandezza. Che, come spiega anche il dizionario Treccani, sono fuori dal comune e destano meraviglia per le qualità eccezionali che riescono ad esprimere. Ma il fenomeno, al singolare, può essere anche una squadra che ha cambiato il corso della storia per il gioco innovativo che ha saputo esprimere o per la striscia di vittorie che è riuscita a mettere a segno, oppure – aggiunge Valenti – una grande Nazionale che compatta e catalizza l’interesse di un Paese intero come nessun’altra cosa è in grado di fare. Senza parlare poi delle grandi manifestazioni internazionali, segnate in rosso sul calendario dello sport per la loro capacità di attrarre interesse e partecipazione, non solo emotiva. La seconda edizione del Festival dello Sport – ha concluso Valenti – ha l’ambizione di presentare tutto questo attraverso lo schema collaudato con successo nella prima edizione. Con interviste, dibattiti, tavole rotonde, workshop. Per raccontare al pubblico un’altra grande storia di sport”.

Appuntamento quindi a Trento per un ottobre ricco di sport e di grande festa.

Autore : Alessio Migazzi