8 Luglio 2022

I guardiani della memoria montana: la Commissione storico-culturale di SAT

di: Girovagando in Trentino

Nel cuore di Trento esiste una delle più grandi biblioteche dedicate alla montagna e all’alpinismo a livello europeo, curata dalla Commissione storico-culturale di SAT. Il palazzo dove ha sede la biblioteca è di proprietà della Società alpinisti tridentini (venne acquistato nel 1954) e dagli anni ‘90 l’associazione ha deciso di rendere fruibile il suo patrimonio librario. Questo fu un modo per allargare il proprio pubblico, operazione portata avanti anche attraverso una convenzione con la Provincia di Trento, con la biblioteca della Sat che ora è inserita nel catalogo provinciale.

Nello stesso periodo la Sat firmò un’altra importante convenzione con il Film festival della montagna per cui tutti i libri presentati durante la kermesse trentina finiscono anche nella biblioteca di via Manci. Un modo per aggiornare sempre il catalogo.

Sono oltre 60mila i volumi contenuti nella biblioteca che conserva pure importanti cartografie, periodici, foto e dischi. Le canzoni ovviamente sono quelle dei cori della Sat. Una sezione della biblioteca è invece occupata dall’archivio che contiene i documenti dell’associazione, dal 1872 fino a questi giorni. Infine non mancano gli oggetti da arrampicata.

Alcuni testi risalgono addirittura al XVII secolo e ce ne sono un po’ in tutte le lingue. Non è un caso che le richieste per la consultazione dei volumi arrivino anche dall’estero. D’altra parte l’alpinismo è anche un fenomeno culturale, una costante dei club alpinistici e proprio quella di avere un luogo dove conservare la memoria e dove studiare e preparare le nuove imprese.

“La commissione storico culturale – spiega Riccardo Decarli bibliotecario della Società alpinisti tridentini – si occupa di supportare il lavoro del bibliotecario e coordinare il calendario delle attività. Il tutto avviene su base volontaria come gran parte delle attività della Sat”. Quest’anno peraltro si festeggiano i 150 del sodalizio nato quando ancora il Trentino faceva parte dell’Impero Austroungarico.

Oggi la Sat conta oltre 80 sezioni sparse per il territorio, presidi di socializzazione “vecchia maniera” che lavorano per preservare l’ambiente montano.

Consigliato per te:
AUTORE DEL POST:

Girovagando in Trentino

Promuoviamo il turismo dell’esperienza, l’amore per il territorio con la sua cultura, la natura ed il patrimonio dell’eno-gastronomia del TRENTINO.

Speciali a tema:

Scopri gli approfondimenti di Girovagando!

In esclusiva tutte le escursioni

Dove andiamo domani?

Scoprile tutte!

Primavera 2022

Le migliori esperienze

Scopri di più