9 Maggio 2022

A Grigno in Valsugana scopriamo la GROTTA del CALGERON

di: Girovagando in Trentino

La Grotta del Calgeron è fra i percorsi più suggestivi del territorio Trentino, ogni anno infatti molti turisti arrivano fino a Grigno per ammirare questa meraviglia naturale. Prima di partire però è bene dare alcuni consigli: in primis è sempre meglio affidarsi a delle guide esperte, inoltre non va sottovalutata l’attrezzatura, come le scarpe, meglio se alte sopra la caviglia.

Una curiosità, il nome della grotta deriva da quello di una particolare pentola, la “calgera”, perché nell’anfratto si sono formati dei fori cilindrici che richiamano la forma della pentola. In sostanza le pietre, trascinate dalla corrente, girano vorticosamente scavando la roccia e creando un ambiente unico nel suo genere.

Il percorso parte dal Sentiero della Pertica a circa un chilometro dal centro di Grigno. Dopo più o meno 20 minuti di cammino si raggiunge un bivio, con il sentiero principale che prosegue per l’Altipiano mentre prendendo la deviazione si imbocca il percorso che conduce alla Grotta del Calgeron. Da qui bastano 15 minuti per raggiungere l’ingresso della grotta.

Il percorso all’interno della grotta si estende per circa 3,5 chilometri ma in genere le escursioni si addentrano per circa 500 metri. Ovviamente è necessario munirsi di caschetto e torcia o frontalino. “Sono ormai 3 anni che accompagniamo persone all’interno della grotta – spiega Mirco Mezzanotte accompagnatore di mezzamontagna – con le attività che proseguono praticamente per tutto l’anno”.

All’interno della grotta, grazie alle guide, è possibile salire anche su un canotto per superare uno dei passaggi che in genere sono allagati. In totale sono 11 i piccoli laghi presenti all’interno dell’anfratto, il più esteso misura 40 metri ed è profondo 4.

La grotta, talvolta, è soggetta a delle piene, anche per questo è importantissimo affidarsi a delle guide esperte. Gli afflussi dell’acqua vanno sempre monitorati, un’altra cosa importante è il rispetto per un ambiente così delicato che potrebbe essere danneggiato dal passaggio delle persone.

Le visite guidate in genere sono disponibili tutto l’anno, tutti i giorni su prenotazione. La durata è di circa 3 ore e mezza. Pagando la quota d’iscrizione vengono forniti caschetto, pila frontale, stivali, canotto. Tutte le attività proposte sono adatte a bambini dagli 8 anni in su.

Consigliato per te:
AUTORE DEL POST:

Girovagando in Trentino

Promuoviamo il turismo dell’esperienza, l’amore per il territorio con la sua cultura, la natura ed il patrimonio dell’eno-gastronomia del TRENTINO.

Speciali a tema:

Scopri gli approfondimenti di Girovagando!

In esclusiva tutte le escursioni

Dove andiamo domani?

Scoprile tutte!

Primavera 2022

Le migliori esperienze

Scopri di più