Contenuto sponsorizzato:

Contenuto sponsorizzato:

30 Aprile 2024

L’Osteria del Pettirosso di Rovereto: Tradizione Trentina e gusto autentico

di: Girovagando in Trentino

Contenuto sponsorizzato:

Contenuto sponsorizzato:

L’Osteria del Pettirosso è un locale caratteristico posizionato esattamente davanti al Mart, il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto. Cittadini e turisti fin dal 2001 possono trovare all’Osteria del Pettirosso una proposta enogastronomica radicata nelle tradizione trentina, frutto di un sapiente mix  di ingredienti del territorio e non solo.

L’arte del Canederlo

Paolo Torboli, titolare e fondatore del ristorante di Corso Bettini, ha deciso di dare risalto ad un grande classico della cucina locale: il canederlo. La stuzzicante ricetta trentina viene declinata in molteplici modi badando sempre alla stagionalità degli ingredienti, dando spazio alla fantasia ma senza stravolgere mai la preparazione originale. La versatilità di questo piatto permette di sperimentare abbinamenti inediti come i canederli bieta e casolet serviti su un letto di porri cremosi, proprio ora fra le proposte a menù dell’Osteria roveretana.

Nel locale dove si respira l’atmosfera autentica di un bistrot parigino degli anni trenta, i piatti del menù non sono troppo numerosi in modo che possano essere curati nei dettagli e gli ingredienti siano sempre freschissimi. Oltre ai piatti stagionali, ci sono i grandi classici che si possono sempre ordinare all’Osteria del Pettirosso: ne è un esempio il Burger di manzetta prussiana, una carne molto gustosa e succulenta grazie alla ricchezza di grassi insaturi.

Lo chef Giuseppe Marra, di origini pugliesi ma vocato alla cucina trentina, spiega come proprio i secondi a base di carne siano fra le proposte speciali del locale. La tartare di carne è, infatti, considerata fra i piatti forti dell’Osteria del Pettirosso e viene presentata in 12 versioni diverse: dalla tartare di carne salada profumata al limone abbinata alla burrata fresca sino alla tartare di fassona piemontese con olio al basilico e pomodorino secco sempre con accompagnamento di burrata pugliese. Infine non possono mancare i dolci con il dessert più richiesto in assoluto, “il ricordo d’infanzia” che ripropone la ricetta delle nonne con l’uovo sbattuto.

L’Osteria del Pettirosso: una fucina di idee

All’Osteria del Pettirosso di Rovereto si respira un’aria creativa ed il titolare, Paolo Torboli, sviluppa sempre nuove idee: nel 2023, ad esempio, è stato realizzato il primo formaggio al Marzemino ottenuto unendo il pregiato vino lavorino al latte di un piccolo casaro. Il risultato, il formaggio chiamato Viola di Rovereto è davvero da provare ed imperdibile per i buongustai. Da questi nuovi esperimenti emerge anche la passione di Torboli per il mondo del vino.

Oltre alle degustazioni guidate che mensilmente vengono tenute con il Club “Un bicchiere con l’Oste”, Torboli ha realizzato anche un e-commerce (https://selezionepaolotorboli.it) dove è possibile scegliere una bottiglia di qualità per l’accurata selezione proposta e curata dall’Oste roveretano. Tutti i vini presente nello shop on line sono, ovviamente, presenti nella cantina del ristorante e comprendono vini locali, nazionali ed internazionali con particolare rilievo alle bollicine soprattutto di Trento DOC.

Inoltre, chi volesse trascorrere una serata diversa, tutti i venerdì sera dalle 20:00 alle 22:00, potrà gustare i piatti dell’Osteria del Pettirosso con accompagnamento di musica dal vivo in occasione della rassegna jazz che è in programma da fine aprile a fine settembre.

Cucina tradizionale ma raffinata, vini d’eccezione ed eventi di classe: tutto questo vi aspetta all’Osteria del Pettirosso di Corso Bettini a Rovereto: https://osteriadelpettirosso.it/

Consigliato per te:
AUTORE DEL POST:

Girovagando in Trentino

Promuoviamo il turismo dell’esperienza, l’amore per il territorio con la sua cultura, la natura ed il patrimonio dell’eno-gastronomia del TRENTINO.

Speciali a tema:

Scopri gli approfondimenti di Girovagando!

In esclusiva tutte le escursioni

Dove andiamo domani?

Scoprile tutte!

Inverno 2022

Le migliori esperienze

Scopri di più